Settimana del Cervello

della Svizzera italiana

Programma 2015

Scarica il programma in PDF.

«E lei come si chiama?»
«Aspetti, ce l’ho sulla punta della lingua.»
Umberto Eco. La misteriosa fiamma della regina Loana.

Gli incontri pubblici

Still Alice

Domenica 15 marzo 2015, ore 18.00
CineStar Lugano, via Ciani 100, Lugano

still-alice-posterProiezione speciale del film di R. Glatzer, W. Westmoreland. Con Julianne Moore, Kristen Stewart, Alec Baldwin, Kate Bosworth, Hunter Parrish, durata 99 min. USA 2014. Proiezione gratuita. Ritirare i biglietti alla cassa del Cinestar il giorno stesso della proiezione dalle 14.00 alle 18.00. Posti disponibili fino ad esaurimento dei biglietti.
Alla fine del film seguirà un breve commento da parte di Dr. med. Claudio Staedler, primario di Neurologia presso il Neurocentro della Svizzera italiana e presidente della Settimana del cervello Ticino, Prof. med. Alain Kaelin, Direttore Neurocentro, Ospedale Regionale di Lugano.
Moderazione: Dr. Giovanni Pellegri, neurobiologo e divulgatore scientifico.

Alice Howland è una donna alla soglia dei cinquant’anni, orgogliosa degli obiettivi raggiunti. È un’affermata linguista e insegna alla Columbia University, ha una solida famiglia composta dal marito chimico e da tre figli, Anna, Tom e Lydia, tutti e tre realizzati. Ma improvvisamente la sua vita cambia, quando le viene diagnosticata una forma presenile di Alzheimer. Tutte le sue certezze crollano, diventando una donna fragile e indifesa, anche agli occhi della famiglia che l’ha sempre vista come un pilastro. La pellicola è l’adattamento cinematografico del romanzo Perdersi (Still Alice) scritto nel 2007 dalla neuroscienziata Lisa Genova e pubblicato in Italia da Edizioni Piemme.


Sto perdendo la memoria?

Malattia Alzheimer oppure semplici problemi di memoria?

Martedì 17 marzo 2015, ore 20.30
Auditorium dell’Università della Svizzera italiana, via G. Buffi 13, Lugano

Conferenza pubblica con Dr med. Pierluigi Quadri, Caposervizio Geriatria OBV e ORL , Dr. Paolo Paganetti, responsabile ricerca di base del Neurocentro della Svizzera italiana e Dr. Med. Leonardo Sacco, capoclinica presso il Neurocentro della Svizzera italiana. Moderazione: Dr. Giovanni Pellegri.

cervelloLa malattia di Alzheimer colpisce il 5 % delle persone che hanno superato i 65 anni e il 40 % delle persone che hanno superato gli 85 anni. Delle sostanze (il peptide amiloide o la proteina tau) si trasformano da amici a nemici nel nostro cervello e bloccano le comunicazioni fra i nostri neuroni portandoli alla degenerazione. Un fenomeno che si riscontra anche in altre malattie neurodegenerative come la malattia di Parkinson. Inizialmente vengono coinvolti i centri delle memoria, si dimentica dove si è parcheggiata la macchina, dove si sono messe le chiavi, l’appuntamento con il dentista. Poi i nostri ricordi del passato e le nostre conoscenze culturali e lessicali si affievoliscono e la nostra iniziativa spesso scema con l’umore che diventa altalenante. La nostra vita familiare viene messa a dura prova e gli equilibri relazionali devono trovare nuovi sbocchi. Nella terapia farmacologica in corso di sperimentazione e negli aiuti sociali dobbiamo trovare una risposta a questo problema che coinvolge tutti noi.


Il simposio per medici

Martedì 17 marzo 2015, dalle 16.00 alle 19.30
“Memoria” fra normale e patologico
Ospedale Regionale di Lugano, Civico – Aula Magna
Scarica il programma del simposio (pdf)

sinapsi2Quest’anno la settimana del cervello s’interesserà di memoria e invecchiamento. Sarà un’occasione per affrontare le novità riguardo la terapia e la diagnostica della malattia di Alzheimer che fa sempre più passi in avanti. Il simposio medico dedicherà particolare attenzione alla diagnostica neuropsicologica e alla biologia dell’invecchiamento patologico. Abbiamo poi deciso di dare uno spazio a un argomento poco affrontato e molto eccitante della neuropsicologia che riguarda la memoria dei delitti. Per questo abbiamo invitato un esperto internazionale che ha fatto da perito a casi famosi di cronaca e gli abbiamo chiesto di parlarci di come i giudici fondano spesso la tesi dell’accusa su un’idea della memoria del testimone che non sempre è dimostrata da prove neuropsicologiche.


Conferenze nelle scuole

Gli insegnanti che lo desiderano possono richiedere alla Settimana del cervello delle conferenze con a tema il cervello e le importanti sfide per combattere le numerose malattie che lo affliggono.

Nel 2015, si parlerà di cervello con gli studenti in queste scuole:

  • sinapsi1Lunedì 16 marzo 2015, ore 9.00
    Scuola cantonale di commercio, Bellinzona
  • Mercoledì 25 marzo, ore 13.30
    Liceo cantonale di Bellinzona
  • Martedì 30 marzo, ore 8.00
    Scuola cantonale di commercio, Bellinzona
  • Mercoledì 1° aprile, ore 10.00
    Scuola cantonale di commercio, Bellinzona
  • Martedì 21 aprile, ore 8.00
    Liceo cantonale di Mendrisio
  • Mercoledì 22 aprile, ore 8.00
    Liceo cantonale di Lugano 1
  • Lunedì 27 aprile, ore 14.00
    Liceo cantonale di Locarno
  • Martedì 28 aprile, ore 8.00
    Liceo cantonale di Lugano 2