Settimana del Cervello

della Svizzera italiana

Programma 2017

«Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni;
e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita.»
(William Shakespeare)

Gli incontri pubblici

Il tempo nel cervello

Giovedì 16 marzo 2017, ore 20:30
Università della Svizzera italiana, Auditorium
Via G. Buffi 13 – CH-6900 Lugano

Prof. Dr. med Arnaldo Benini, Professore Emerito di Neurochirurgia e Neurologia all’Università di Zurigo

Che cosa è il tempo? Come facciamo a sentirlo? E come fa il nostro cervello a misurarlo? Perché quando siamo ad una festa il tempo sembra volare e invece quando siamo fermi al semaforo il tempo sembra dilatarsi? Noi sentiamo trascorrere il tempo, ci posizioniamo in continuazione dentro un concetto di passato-presente-futuro. Quello che siamo noi ora, nel presente, è un intreccio tra un vissuto passato e le nostre proiezioni nel futuro. Questa linearità ci definisce, ma forse è solo il frutto di un’illusione? Esistono patologie che alterano la percezione del tempo. È quindi possibile identificare una struttura nel nostro cervello capace di misurare il tempo? Insomma, alla fine, il tempo è solo un’invenzione del nostro cervello?

Ingresso gratuito

Io sono il mio cervello?

Lunedì 3 aprile 2017, ore 20:30
Monte Verità, Ascona

Dr. Giovanni Pellegri, neurobiologo e divulgatore scientifico, L’ideatorio, USI

Miliardi di cellule nervose concorrono al funzionamento della sorgente dei nostri pensieri: il nostro cervello. Il ricordo, la conoscenza, la riflessione, il sogno, la logica e il linguaggio, che sono il fondamento della nostra natura di esseri umani, poggiano su una struttura molle, fatta di carne. Persino la nostra capacità di percepire la realtà attraverso i sensi dipende dalla complessa struttura del nostro cervello: immagini, profumi, suoni e gusti si ritrovano così a danzare fra i nostri neuroni, restituendoci una « visione ricostruita » del mondo. Ma com’è possibile che la materia veda, senta, ami, parli?

Ingresso gratuito


sinapsi2Simposio medico

Giovedì 16 marzo 2017, dalle 16:00 alle 19:00
Università della Svizzera italiana, Auditorium
Scarica il programma del simposio (pdf) con il formulario di iscrizione

Quest’anno il simposio sarà dedicato al senso del tempo. Il tempo è nello scorrere degli eventi o è dentro di noi? Il cambiamento della società nell’ultimo secolo, attraverso le mutazioni tecnologiche, ha mutato completamente il concetto di tempo ma il nostro cervello e l’invecchiamento della popolazione si sono adattate a questo cambiamento storico? Dal susseguirsi di eventi che accompagnano la quotidianità, nasce il desiderio di scandire gli intervalli empirici di tempo per misurarne il suo passare. E’ tale il bisogno da diventare parte integrante delle nostre funzioni cognitive, embricandosi in altre come l’associazione e la memoria degli eventi stessi? Le neuroscienze ci hanno permesso di evidenziare la presenza di ritmi cerebrali che possono rappresentare essi stessi origine, piuttosto che conseguenza del concetto di tempo. L’associazione di avvenimenti è quindi parte dei network cerebrali deputati al riconoscimento delle relazioni di causa-effetto nell’intento di predire decisioni future? Cercheremo di rispondere a queste domande delineando le basi neuronali e gli aspetti cognitivi del senso del tempo e come questi possono alterarsi nel contesto di alcune malattie neurologiche. Concluderà il pomeriggio di formazione una relazione del Prof. Benini, che ha recentemente pubblicato da Cortina Editore un volume sul tema.

Relatori

  • Prof. Dr. med Arnaldo Benini, Professore Emerito di Neurochirurgia e Neurologia all’Università di Zurigo
  • Prof. Dr. med Alain Kaelin, Direttore NSI, ORL
  • Dr. med. Salvatore Galati, Capoclinica Neurologia NSI, ORL
  • Dr. med. Leonardo Sacco, Capoclinica Neurologia NSI, ORL
  • Dr. med. Claudio Städler, Primario Neurologia NSI, ORL e Presidente Settimana del Cervello della Svizzera Italiana

Conferenze e animazioni nelle scuole

Gli insegnanti che lo desiderano possono richiedere alla Settimana del cervello delle conferenze con a tema il cervello e le importanti sfide per combattere le numerose malattie che lo affliggono. In occasione della Settimana del cervello 2017, si parlerà di neuroscienze con gli studenti in queste scuole (questi appuntamenti non sono aperti al pubblico).


Brain-Game

Date: dal 06 marzo al 12 aprile 2017
Luogo: Scuola elementare di Ascona presso la Sala del Consiglio Comunale, Ascona
Contatto: +41 91 759 80 60, ideatorio@usi.ch

È possibile muoversi lungo un percorso senza utilizzare gli occhi? Come funzionano le illusioni ottiche? Perché quando ci pungiamo proviamo dolore? Il laboratorio interattivo animato da L’ideatorio in occasione della sesta edizione di Asconosc(i)enza propone attività e giochi che invitano a stimolare il proprio cervello e a mettere in gioco le proprie capacità. Durante il percorso si affronteranno diverse sfide che richiedono di mettere in gioco le proprie abilità motorie e sensoriali. Il gioco “Brain-Game: sfida il tuo cervello” illustra in maniera ludica alcune delle nostre capacità che emergono dall’attivazione di milioni di neuroni e soprattutto permette di scoprire come le nostre intelligenze siano diverse, e come la diversità di ognuno sia un valore per tutti. E come fa un pezzo di carne a pensare? Come fa il nostro cervello a calcolare, parlare e amare? Alla fine del percorso si entrerà in un grande cervellone gonfiabile per esplorare, con un viaggio virtuale, i meandri del nostro cervello. Il laboratorio è rivolto a bambini e adulti.

Apertura:
Scuole: Dal lunedì al venerdì.
Prenotazione obbligatoria presso la direzione delle scuole comunali di Ascona, chiamando il numero +41 91 759 80 60.
Costo: CHF 100.–/classe

Pubblico:
Sabato e domenica, dalle 14:00 alle 18:00.
Costo:
Adulti e bambini dai 4 anni: 2.– CHF
Famiglia: 5.– CHF

Attenzione:
il viaggio virtuale può accogliere al massimo 20 persone alla volta

Gruppi: Chiamare il numero +41 91 759 80 60.